Loading

Come si riconosce l'Alzheimer?

Che cos'è un semplice vuoto di memoria occasionale e quali sono invece i sintomi di una demenza? 

Invecchiando le nostre abilità fisiche e mentali cambiano. Ad esempio, già a partire dagli “anta” diventiamo più lenti nel pensare e certe funzioni della memoria peggiorano gradualmente: il nostro cervello elabora le informazioni più lentamente e abbiamo più difficoltà a imparare cose nuove.

 

Sono possibili sintomi di demenza:

- dimenticanze

- problemi con il linguaggio

- perdita dell‘orientamento

- comportamento inadeguato

- difficoltà nello svolgere compiti di routine

- idee paranoiche

- apatia

 

Se vi accorgete di questi possibili sintomi, non significa però automaticamente che soffrite di Alzheimer. Anche altre malattie, come stanchezza eccessiva o situazioni di stress, disfunzioni ormonali, alimentazione errata, infezioni, emorragie cerebrali, possono provocare disturbi delle facoltà intellettive simili a una demenza.

 

L’Alzheimer evolve lentamente, i cambiamenti delle facoltà mentali e del comportamento devono essere sempre considerati rispetto a prima. Se siete preoccupati, dovreste rivolgervi al vostro medico di famiglia. Per poter curare il disturbo in modo ottimale è importante chiarire da cosa sono causati i sintomi e fondamentale che non venga fatta un’autodiagnosi.

 

Avete domande? Lo staff del Telefono Alzheimer sarà lieto di rispondere alle vostre domande. Telefonateci allo 024 426 06 06!

Potrà esservi utile anche il nostro opuscolo Vuoti di memoria? Un accertamento può aiutare a capire .